Skip to main content

Real Trebisacce in 2a categoria: la soddisfazione del Sindaco

“Sono da apprezzare la sfida, l’impegno e lo sforzo che hanno portato i giovani atleti guidati dal Mister Francesco Rusciani a conquistare un risultato straordinario come la promozione in seconda categoria; un risultato meritato che inorgoglisce ognuno di noi e che contribuisce a portare alto il nome della Città”.

È quanto dichiara il Sindaco Alex Aurelio complimentandosi, insieme al delegato allo sport Leonardo La Polla, con il presidente Simeone Gallo, con il team e con l’intera squadra che ha difeso sul campo i colori giallorossi e reso ogni appuntamento di questa stagione, emozionante ed esaltante.

Esperienze come quella del Real Trebisacce – aggiunge il Primo Cittadino – vivai che hanno accompagnato e continuano ad accompagnare la crescita sportiva di giovani calciatori, rappresentano anche dal punto di vista del sociale un punto di riferimento importante, spazio aggregativo e luogo di educazione allo sport al quale le istituzioni locali non possono che guardare con attenzione. – (Fonte: Comune di Trebisacce – Comunicazione Istituzionale/Strategica – Lenin Montesanto Comunicazione & Lobbying).

Anche a Trebisacce i dolci cuori Telethon per la ricerca: ecco dove acquistarli

Sostenere la ricerca sulle malattie rare in occasione della festa della Mamma: questo lo scopo della raccolta benefica “Cuori di Biscotto 2023” organizzata dalla Telethon.Il momento conclusivo della manifestazione vedrà una raccolta fondi in numerose piazze italiane in occasione del weekend della Festa della Mamma.

Ma non è mancata la presenza di fundraisers locali, oltre che di attività operanti in vari settori che hanno scelto di mettersi a disposizione di questa nobile causa.

A Trebisacce è stato il Ristorante di Pesce “La Rotonda”, sito sul Lungomre cittadino, a sposare l’iniziativa solidale: fino al 7 Maggio sarà possibile acquistarvi i “cuori” e i “cuoricini” Telethon per contribuire alla ricerca sulle malattie rare, secondo le finalità della nota associazione.

I Cuori Telethon

I Cuori di biscotto sono disponibili quest’anno in tre gusti prelibati e originali: con arance di Sicilia, con gocce di cioccolato e con farina integrale. Ancora una volta nascono dalla collaborazione tra Fondazione Telethon e la storica pasticceria genovese Grondona che ha realizzato i biscotti con materie prime di qualità, seguendo ricette originali e gustose. Le scatole di latta, in tre differenti colori metallizzati (arancione per i biscotti con arance di Sicilia, lilla per quelli con gocce di cioccolato e verde per i biscotti con farina integrale), sono decorate con un’illustrazione elegante ed esclusiva, ideali per essere collezionate.La nuova grafica racconta le tre anime di Fondazione Telethon: ricercatori, donatori e volontari e beneficiari. Una senza l’altra non potrebbero esistere e hanno come unico obiettivo la vita. In ogni scatola in latta ci sono 3 vaschette, confezionate separatamente e contenenti 6 biscotti per un totale di 18 biscotti e un peso complessivo di 300g. I Cuori sono il regalo perfetto per la festa della mamma: scegliendoli si può donare una speranza a tutte le mamme che credono nella ricerca.

Trebisacce protagonista del “Monte Carlo Times”

Trebisacce e le sue bellezze sotto i riflettori del “Monte Carlo Times”, periodico bilingue (italiano e francese) della Costa Azzurra.

La testata ha, infatti, accolto un contributo del giornalista locale Rocco Gentile, che ha descritto l’esperienza di partecipazione dell’amministrazione comunale cittadina, insieme a numerosi attori dell’imprenditoria turistica ed enogastronomica locale, al “Salone Turistico Id Weekend” di Nizza.

Una partecipazione, quella nell’ambito di uno degli eventi internazionali più importanti dedicati al settore turistico, che ha espresso l’impegno dell’amministrazione, ed in particolare del primo cittadino Alex Aurelio e dell’assessore al turismo Leonardo Petrone, nel promuovere anche a Trebisacce lo sviluppo di un turismo lento ed esperienziale.

Un’impresa, quest’ultima, certamente non semplice, vista la scarsa attenzione che – specie in passato – è stata posta nei confronti del turismo come una reale risorsa di sviluppo complessivo del territorio e non una semplice e mera fonte di profitto per le imprese che operano nel settore.

Protagonisti del Salone, come già ampiamente trattato sia dai social che anche sulle nostre pagine, sono stati i prodotti del paniere territoriale di antica e nuova ispirazione, dal biondo tardivo sino al “garum“. Materie prime, queste ultime, impiegate anche per arricchire la pizza – prodotto chiave di un settore che nella cittadina sta sempre più crescendo.

Nell’articolo, oltre agli eventi più importanti e rappresentativi nell’ambito del Salone ai quali ha partecipato la delegazione della cittadina jonica, è stata presentata una panoramica della storia, delle eccellenze e dei luoghi di interesse storico e paesaggistico locali, a testimoniare un’ulteriore vetrina per il territorio trebisaccese fuori dai confini nazionali.

Nuovo direttivo per Assopec Trebisacce / I membri

Nuovo direttivo per l’Assopec, associazione degli operatori economici di Trebisacce.

A presiedere l’associazione prendendo il posto di Andrea Franchino, ci sarà Nicola Perrone, titolare della nota gioielleria che “porta” il suo cognome.

Quattro i delegati del consiglio direttivo, che si occuperanno delle principali aree d’interesse dell’associazione: Massimo Pizzini, imprenditore della nota azienda Solefrutta, all’artigianato, Stefano Russo, titolare del chiosco La Playa, al turismo. Chiara Potenza, titolare di “Punto Luce” in via Lutri, sarà la delegata al Commercio mentre il ristoratore Giuseppe Gatto (“Da Lucrezia”) si occuperà di pubblici esercizi.

Tutti i quattro commercianti membri del direttivo sono altamente rappresentativi della città di Trebisacce essendosi distinti, ognuno per il proprio campo, nelle loro attività imprenditoriali.

Fondamentale è la presenza di Assopec sul territorio, in un’ottica di collaborazione con le istituzioni locali, visto il ruolo promotore di numerose iniziative pubbliche a supporto di Commercio, artigianato e turismo.

La Pasticceria De Marco e la sua dolce Pasqua

Le tonalità della Pasqua hanno invaso, in questi giorni, la vetrina della pasticceria più antica ad oggi in attività a Trebisacce: la pasticceria De Marco.

Uovo con cioccolata alle nocciole ricoperto al pistacchio , Pasticceria De Marco

Da poco più di un anno la bottega ha, infatti, scelto di dar vita anche alla produzione del dolce pasquale per eccellenza: le uova di cioccolato.

La storica pasticceria lo ha fatto con la creatività che la contraddistingue: l’uovo più gettonato resta quello al pistacchio, mentre quello al cioccolato al latte è preferito dai più piccoli, abituati a gusti più dolci e rassicuranti.

Uovo decorato

Immancabile anche la produzione di colombe in vari gusti, che certamente orneranno la tavola di tanti trebisaccesi riuniti per celebrare la Santa Pasqua e, perchè no, anche di tante tavole “fuori porta” organizzate in occasione del Lunedì in Albis.

Uova e colombe al Pistacchio, Pasticceria De Marco

Le pastiere hanno saputo, invece, certamente tutti coloro che non possono rinunciare alla tradizione napoletana “in purezza”.

Pastiera, Pasticceria De marco

La via Crucis di Villapiana: una “Passione” vivente e vissuta

Nell’Alto Jonio si tiene, da anni, a Villapiana una via crucis vivente, che rappresenta forse il più frequentato e sentito tra gli appuntamenti di rievocazione storica della Passione di Cristo.

Questa si è tenuta in anticipo rispetto alla giornata di ieri in cui è stata commemorata la morte del Signore.

Dopo tre anni di fermo, causa Covid – come si legge su StrettoWeb – le vie del borgo hanno potuto assistere all’interpretazione della Passione di Cristo magistralmente diretta dal regista locale Pino Nigro.

Non è stata una solita via Crucis .

Quella di Villapiana, infatti, oltre ad essere vivente e ispirata, ovviamente, ai racconti evangelici, si è basata sulla trama del film campione d’incassi “Passion” di Mel Gibson girato tra i calanchi della non lontana Craco, in provincia di Matera.

La rappresentazione ha dato risalto alla figura di Gesù Cristo, interpretato da Amedeo Bianchi, figlio dell’ex sindaco di Trebisacce Mariano, prematuramente scomparso nel 2020, che ha impersonato la figura del Redentore dal Calvario fino alla morte.

Da studente universitario di teologia, Amedeo, da sempre molto devoto, ha ricoperto il ruolo con una consapevolezza maggiore rispetto a quella di un qualsiasi altro interprete.

Ogni angolo del paese, durante la rappreentazione, è diventato come una scenografia di un vero e proprio percorso teatrale: dall’ingresso a Gerusalemme all’Ultima Cena, dalla preghiera in Getsemani fino alla Crocifissione.

Eventi come quello della via Crucis vivente di Villapiana rappresentano, certamente, esempi di come anche al di fuori della stagione turistica e delle feste patronali, le piccole realtà dell’Alto Jonio possano rendersi protagoniste di eventi di tutto rispetto, dal grande valore storico oltre che di grande richiamo in termini di visitatori.

Turismo, anche Trebisacce all’ Id Weekend di Nizza

Promozione della destinazione esperienziale Trebisacce in Costa Azzurra. Parte domani, giovedì 30, l’evento internazionale Id Week End di Nizza che consentirà alla Calabria, all’Alto Jonio e ad uno dei borghi storici più antichi della regione di presentarsi al pubblico ed gli operatori del frequentatissimo ed atteso Salone Turistico a Nizza.

Giunta oggi (mercoledì 29 marzo) in Francia, la delegazione istituzionale composta dal Sindaco Alex Aurelio e dall’assessore al turismo Leonardo Petrone sarà impegnata da domattina nell’intenso ed articolato programma di iniziative di presentazione e di marketing territoriale destinate a condividere non solo con il target francese ma con tutto quello turistico europeo ed internazionale orbitante sull’hub aeroportuale di Nice Côte d’Azur (il secondo aeroporto più trafficato della Francia dopo Parigi) le proposte delle destinazioni italiane partecipanti, delle quali Trebisacce da quest’anno si onora di far parte.

From Italy to Nice with Love, il legame storico della città di Nizza con l’Italia. È, questo, il tema della conferenza stampa che si terrà domani, giovedì 30 marzo, al Centre Universitaire Méditerranéen, sulla promenade des Anglais di Nizza al quale parteciperanno anche gli amministratori locali. In collaborazione con la Città Metropolitana di Nizza ed il Consolato Italiano di Nizza, sarà presentato il Progetto 10 Comuni 2023, di cui insieme a Tropea, anche Trebisacce è da quest’anno protagonista.

Sempre domani, nella galleria d’arte Authentic Nice Gallery sarà presentata in anteprima la guida ufficiale della Camera di Commercio Italiana di Nizza per scoprire l’Italia, Visitez l’Italie: sarà condivisa con il pubblico del Salone Id Week End di Nizza che aprirà i battenti alle ore 10 di venerdì 31.

Nella prima della due giorni la delegazione guidata dal Sindaco incontrerà anche l’Ambasciatore d’Italia a Monaco Giulio Alaimo ed il Sindaco di Monaco. Sabato 1 e domenica 2 aprile all’interno del Villaggio italiano Trebisacce sarà presente con Pietro De Paola, campione del mondo 2022 di Pizza Innovativa al Pizza Word Cup di Roma, che proporrà una degustazione di pizze con ingredienti autentici del territorio. – (Fonte: Comune di Trebisacce – Comunicazione Istituzionale/Strategica – Lenin Montesanto Comunicazione & Lobbying).

Trebisacce, una fiaccolata in memoria dei migranti morti a Cutro

Una fiaccolata in memoria delle vite spezzate a Cutro da un tragico destino, mentre erano alla ricerca disperata di un futuro migliore: l’iniziativa, organizzata dall’associazione Volontari Protezione Civile, è prevista in programma per giovedì 23, alle 18,30, sul lungomare della cittadina jonica.

Il corteo, cui aderiranno il sindaco e la giunta, partirà da Piazza San Francesco.

Non si può pensare che stragi come quella consumatasi nelle acque delle Jonio crotonese o che, in generale, il flusso migratorio già registrato in questi primi mesi del 2023 con oltre 20 mila arrivi (più del triplo di quelli registrati nello stesso periodo del 2022 e 323 morti e dispersi lungo la rotta del Mediterraneo centrale) possano essere affrontati da territori come i nostri, già carenti da ogni punto di vista, di uomini, risorse e mezzi. Neppure l’Italia da sola può essere in grado, purtroppo, di governare questa emergenza epocale. Ecco perché, insieme alla nostra umana ed immancabile solidarietà, è necessario che l’Unione Europea garantisca, come ha più volte ricordato anche il Presidente Roberto Occhiuto, quel necessario ed insostituibile controllo nei e dai paesi d’origine di queste vere e proprie tratte, purtroppo gestite da organizzazioni criminali di fatto indisturbate“.

È quanto ha dichiarato, questa mattina, il Sindaco di Trebisacce Alex Aurelio cogliendo l’occasione per annunciare con l’assessore alla famiglia Daniela Nigro l’adesione dell’amministrazione all’iniziativa.

L’auspicio – è questo l’appello del Primo Cittadino – è che l’intera comunità di Trebisacce risponda e sia presente e protagonista a questo momento di condivisione per far arrivare anche da questo territorio un messaggio indispensabile di vicinanza a quanti per sfuggire da guerre e disperazione, scappano dalla loro terra affrontando un mare – conclude Aurelio – che si è ormai trasformato nel più grande cimitero della nostra civiltà“.

Ancora successi per i maestri pizzaioli di Aiap Trebisacce

Ancora tante soddisfazioni per il gruppo di pizzaioli di Trebisacce e dell’Alto Jonio afferente all’Aiap, nell’ambito del Campionato di pizza organizzato all’interno della manifestazione Expocook di Palermo, importante vetrina per il Sud Italia per le aziende ed enti operanti nel settore dell’horeca.

“La competizione è stata organizzata da Fabio Sciortino e Enrico Bianchini, a cui vanno i nostri ringraziamenti – hanno scritto i pizzaioli partecipanti alla manifestazione in una nota – Due importanti risultati sono arrivati con il secondo posto nella categoria “Napoletana style” dove ogni pizzaiolo puo’ dare spazio alla propria creatività”.

Questo è stato ottenuto da Agostino Di Marco, originario di Cassano Jonio e residente a Francavilla Marittima con la sua pizza “Marinara secondo me”, una vera sfida nei confronti della giuria, sempre attenta nei confronti delle ricette tradizionali.

“Va evidenziato che nelle gare quando le pizze sono semplici (Margherita, marinara) è piu’ difficile piazzarsi tra i primi posti perché si vince solo se il pizzaiolo è di un notevole livello di bravura”, hanno commentato i pizzaioli dell’Aiap.

Un altro importante risultato è stato raggiunto da Salvatore Catapano di Mario a Mare e Pietro De Paola con il loro terzo posto nella categoria TEAM (Coppia di pizzaioli), in cui si sommano i punteggi dei pizzaioli che gareggiano in coppia, ognuno con la propria pizza.

La coppia Trebisaccese che si è formata in seguito ad un’estrazione a sorte tra i componenti del gruppo della cittadina jonica – hanno spiegato ancora i pizzaioli dell’associazione – per non creare disguidi tra i membri, è risultata molto affiatata e competitiva, ottenendo il prestigioso terzo posto del podio.

Altri piazzamenti importanti sono stati ottenuti da Giovanni Leonetti (Da Lucrezia) e Mustafa’ Vesalov (Miramare Palace Hotel) a testimonianza delle indubbie capacità del gruppo nel suo insieme.

I riconoscimenti, hanno aggiunto i pizzaioli di AIAP Trebisacce – inclusa nella delegazione di Chiaromonte – non sono stati, dunque, frutto di autoreferenzialità, ma dell’analisi attenta delle preparazioni in gara da parte di giudici di altissimo livello nel mondo della pizza napoletana: tra gli altri, Antonio Starita, Luciano Sorbillo, Errico Porzio, Alfredo Folliero.

Una stazione meteorologica installata al “Filangieri”

L’istituto Filangieri di Trebisacce si dota di una nuova stazione meteorologica.

L’annuncio è giunto dall’ istituzione scolastica della cittadina jonica attraverso una nota, che descrive le caratteristiche della stazione meteo.

Quest’ultima va ad aggiungersi a quella già installata alcuni anni fa presso il Museo Noia.

A differenza della precedente, tuttavia, la stazione meteo del Filangieri è la prima ad essere attivata in un edificio pubblico della città.

Installata dai collaboratori scolastici, con l’aiuto del tecnico Maurizio Russo e del collaboratore scolastico Andrea Amoroso, la stazione potrà offrire un servizio di monitoraggio costante collegato con il portale web dell’istituto.

Oltre ai classici e più noti parametri atmosferici, sarà misurata anche la radiazione solare: un elemento, quest’ultimo, che assume particolare rilievo alla luce della necessità di prevenire – specie in estate – l’eccessiva esposizione ai raggi ultravioletti.